Sezione recensioni
recensioni07/04/2011A cura di: Valeria
Piermatteo Carattoni
PAGINE STRAPPATE
a2011_04_07_08_22_57_paginestrappate.jpg

Tracklist

  • 1. Romanza
  • 2. H6+
  • 3. Babbo Natale esiste
  • 4. Samba dei ricorsi d'amore
  • 5. Pagine strappate
  • 6. Cattiva-mente
  • 7. Cantaurora
  • 8. Da soli
  • 9. L'asfalto
  • 10. E poi mi rivivrei

Genere

Pop

Etichetta

PMS Studio

Voto

6,5 su 10

Pagine strappate è l'ultimo lavoro di Piermatteo Carattoni, artista a tutto tondo, autore e produttore, musicista ma anche scrittore e fumettista.

Nella sua biografia leggiamo anche di un lavoro precedente, 4paginestrappate, realizzato nell'Aprile del 2007.

Il lavoro sull'album dura all'incirca tre anni, decide di occuparsi lui stesso di ogni singola parte del lavoro, dall’arrangiamento alla produzione. Da vero artista ama trascorrere le giornate in studio, lo entusiasma il processo di costruzione di una canzone, inteso a livello di arrangiamento, produzione e rifinitura.

I suoi punti riferimenti fissi per questo album sono principalmente tre: Battisti, Graziani e Fortis. Quest’ultima influenza si sente parecchio, quasi da confondere i due artisti.

E nelle sue canzoni il testo è una componente fondamentale: gioca con le parole e le mette al servizio della musica, anche se è la melodia la prima cosa che viene composta.

Si tratta di un cantautorato eclettico che ammicca alle coloriture contrastanti, gaiezza e freschezza nelle disinvolte E Poi Mi Ci Rivedrei e Babbo Natale Esiste.

Tra i brani meglio riusciti nella versione acustica, Babbo Natale Esiste in primis è uno dei brani meglio riusciti del disco per creatività originale e contenuti.
Si tratta di un disco cangiante, negli umori e negli arrangiamenti, tra i migliori pensieri foschi vanno segnalati CattivaMente e Cantaurora che sfoggiano coloritura psichedelica e introspettività che ammiccano ad un contesto brit pop graffiante.

E’ un album che sa d’amore ma anche d'inchiostro. E' disegnato, scritto, pensato, sudato, non solo cantato.