Sezione recensioni
recensioni23/06/2011A cura di: Monica Alagna
Francesca Romana
Lo Specchio
a2011_06_23_09_32_59_lospecchio-150x150.jpg

Tracklist

  • 1. Il tuo nome e il veleno
  • 2. Giovanna la Pazza
  • 3. Canzone Blu
  • 4. Io e Biancaneve
  • 5. L'estranea
  • 6. Il poeta
  • 7. Storia clandestina
  • 8. Il lago
  • 9. Contro il mio sguardo
  • 10. Mad Maria
  • 11. Il demone

Genere

Pop

Etichetta

Moletto/Edel

Voto

7 su 10

Lo specchio. Uno dei tanti simboli che rappresenta la dualità, dell'uno uguale a sé stesso ma, in fondo, diverso. Da sempre questa superficie riflettente ha stimolato le fantasie di autori, scrittori, pittori e artisti in genere, affascinati da quello che questo strumento possa nascondere, dei mondi che può celare. Ebbene, Francesca Romana ha scelto un simbolo che rappresenta tutto questo e anche di più, collegato intimamente a noi donne, nostro nemico/amico, che fa uscire fuori la nostra natura a volte vanitosa o, più semplicemente, insicura.

E sono storie di donne quelle narrate all'interno di questo secondo lavoro, donne storicamente esistite e prese ad esempio come la Maria Maddalena di “Mad Maria”, o “Giovanna la Pazza” moglie dell'arciduca d'Asburgo; donne di fantasia diventate veri e propri paradigmi come “Io e Biancaneve” o, ancora, donne comuni nelle quali ci si può immedesimare e dunque più tangibili e reali.

E' un album che per essere apprezzato va ascoltato più di una volta, perchè ad ogni ascolto verrà rivelata un'altra sfumatura che prima ci era sfuggita; la voce di Francesca è un mezzo narrativo molto interessante e particolare e anche questa ha bisogno di tempo per entrarti dentro.

Purtroppo, come troppo spesso accade, certi talenti rimangono sconosciuti ai più a favore di prodotti più commercializzabili ma tendenzialmente stagionali. Ed è un peccato anche perchè Francesca Romana ha vinto dei premi importanti come Musicultura 2010 con Il tuo nome e il veleno, il premio De André 2009 con Storia clandestina (proprio con Cristiano De Andrè è stato scritto un altro brano, Il demone), il premio Poggio Bustone come miglior personalità artistica con Io e Biancaneve.

Speriamo di sentirne parlare più spesso.