Sezione recensioni
recensioni05/07/2011A cura di: Susanna Gattuso
LiPrando
Conseguenze
a2011_07_05_11_49_26_copmjc.asp

Tracklist

  • 1. lasciami entrare
  • 2. scivolando via
  • 3. dentro gli occhi
  • 4. domani
  • 5. tutto quello che ho
  • 6. il pensiero di te
  • 7. non voltarti mai
  • 8. occhi d'inverno
  • 9. oltre queste mura
  • 10. fantasmi neri
  • 11. l'ultima estate
  • 12. le passanti (tribute track)

Genere

Pop

Etichetta

Delta Top

Sito Ufficiale

www.liprando.it

Voto

5,5 su 10

LiPrando, oltre che famoso prete vissuto nel medioevo (http://it.wikipedia.org/wiki/Liprando )è Francesco Lo Presti, nato a Caserta, musicista, cantautore, esperto di scienze dell'educazione, amante del cinema, del teatro e del vino.
Le sue canzoni parlano di passioni, promesse, illusioni e disillusioni, vittorie e sconfitte, filtrando la tradizione del cantautorato italiano attraverso le essenziali e struggenti sonorità di un pop-rock elettroacustico, in debito con le atmosfere musicali della scena indie degli anni '80; anni in cui la sottile e frivola sensazione di essere imprevedibilmente vivi in una realtà essenzialmente dominata dal caso ha segnato irrimediabilmente una intera generazione.

Questo album è molto strano,con le prime due tracce si respira più aria di rock indie che vero pop,poi comincia farsi sentire qualche canzone dallo stile rock pop,con  sonorità si elettriche ma anche elettroniche e acustiche.

Sinceramente colpisce poco come progetto,non ci sono inventive e idee,canzoni che purtroppo non catturano l'attenzione e spesso la voce di Liprando è piatta nella melodia...ecco non c è proprio melodia nelle canzoni!

Tutto sa molto di già sentito,mi spiace anche dire che spesso la linea vocale è solo un lamento in un contesto musicale che tenta di trovare fraseggi o suoni particolari ,ma resta ancora tutto acerbo. E' un disco che si colloca  facilmente in quel mare di musica indipendente italiana  che non ha purtroppo la capactà di spiccare il volo.

Peccato perchè mi aspettavo davvero molto di più.