Sezione recensioni
recensioni19/07/2011A cura di: Monica Alagna
Roberto Fabbri
No Words
a2011_07_19_11_31_50_No-Words_Copertina-150x150.jpg

Tracklist

  • 1. Il suo sorriso
  • 2. Choronì
  • 3. Jumping
  • 4. Il risveglio con te
  • 5. Il cavaliere errante
  • 6. Lo Zahir
  • 7. Crossing Europe
  • 8. Come un battito d'ali
  • 9. Sunflowers
  • 10. Rainy day
  • 11. Rainbow
  • 12. Pavane song

Genere

Varie

Etichetta

Egea Music

Sito Ufficiale

www.robertofabbri.com

Voto

8 su 10

 

No Words è il nuovo lavoro del chitarrista romano Roberto Fabbri, uscito da qualche mese sotto la Egea Music. Il disco si propone di raccontare l'amore sotto le più svariate sfaccettature, da quello forte e passionale, a quello più delicato e dolce, il tutto dipinto e reso quasi tangibile dalle corde di Fabbri. Ascoltandolo, ci si rende conto di quanta naturalezza ci sia nei vari passaggi e anche quelli più tecnici hanno una tale leggerezza da non far minimamente pensare ad una dimostrazione di bravura fine a sé stessa, ma anzi si percepisce come tutto sia solo al servizio della musica e delle emozioni.

E' lo stesso Roberto Fabbri, attraverso il booklet, a spiegare ogni singolo brano a chi si ritroverà ad ascoltare il suo disco.

Il suo sorriso ha parole celebri di Pablo Neruda per essere raccontata: “... negami il pane, l'aria,/la luce, la primavera,/ma il tuo sorriso mai,/perchè ne morirei.”.

Choronì: una perduta spiaggia dei Caraibi che sorge sul limitare di una foresta. Un luogo di cui mi sono immediatamente innamorato. Qui il tempo scorre lento, uguale a sé stesso giorno dopo giorno. Circorndato da una natura straordinaria, solo con la mia chitarra, in questo posto la composizione ha preso vita.

Jumping: un tributo ad un grande chitarrista elettrico: Eddie Van Halen. Un richiamo alla trasversalità del mio amore per le sei corde e “saltando” nei funambolismi di un chitarrista assolutamente lontano dal mondo classico, ma totalmente immerso nel mondo della musica.

Il risveglio con te: risvegliarsi pigramente accanto alla persona che si ama. Esiste qualcosa di più bello?.

Anche Il cavaliere errante si serve di un poeta, questa volta Nazim Hikmet: “Lo so/quando si è presi da questa passione/e il cuore ha un peso rispettabile/non c'è niente da fare, Don Chisciotte,/niente da fare/è necessario battersi/contro i mulini a vento.”.

Lo Zahir è anche il titolo di un famoso romanzo di Paolo Coelho, e proprio da questa opera sono tratte le seguenti parole: “... è un pensiero che all'inizio ti sfiora appena e finisce per essere la sola cosa a cui riesci a pensare.”.

Crossing Europe: ecco l'amore per il nostro splendido continente in una composizione dal sapore di un viaggio.

Come un battito d'ali: “Egli imparò a volare, e non si rammaricava per il prezzo che aveva dovuto pagare. Scoprì che erano la noia e la paura e la rabbia a rendere così breve la vita di un gabbiano.” Richard Bach

Sunflowers: “Portami tu la pianta che conduce/dove sorgono bionde trasparenze/evapora la vita quale essenza;/portami un girasole impazzito di luce.” Eugenio Montale

Rainy day: innamorati nell'allegra malinconia di un giorno di pioggia.

Rainbow: “Il mio cuore batte più forte quando intravedo l'arcobaleno.” William Wordsworth

Pavane Song: una citazione da un grande compositore classico, Gabriel Faurè, come spunto per una composizione che testimonia il mio grande amore per il mondo della musica classica.