Sezione recensioni
recensioni26/09/2011A cura di: Monica Alagna
Chiara Canzian
Il mio sangue
a2011_09_26_10_02_49_chiara-canzian-album-il-mio-sangue.jpg

Tracklist

  • 1. Il mio sangue
  • 2. Senza se
  • 3. Dimmi che è vero
  • 4. Viene e va
  • 5. Parla con me
  • 6. Tra la gente
  • 7. Che colpa avevo io
  • 8. E ti sento
  • 9. A piedi nudi
  • 10. Inverno e primavera
  • 11. Scrivi d'oro
  • 12. Vertigini

Genere

Pop

Etichetta

Blu Notte

Sito Ufficiale

www.chiaracanzian.com

Voto

7 su 10

Ha appena ventuno anni, Chiara Canzian, ma di esperienza ne ha da vendere, così come sembra avere perfettamente nitido quale dovrà essere il suo percorso.

Sin da piccola ha studiato e si è preparata per affrontare questo cammino e adesso che anche la sua voce si è fatta donna ha tutte le carte in regola per reggere il confronto con i nomi presenti da più tempo sulla scena.

Una voce maturata, mutata rispetto al 2009, anno in cui ha partecipato al festival di Sanremo con il brano "Prova a dire il mio nome"... Io me la ricordo ancora, ma quella che sento adesso è qualcosa che possiede una leggera sfumatura, che poi tanto leggera non è. Chiara ha composto l'intero disco, lasciando che degli amici fidati collaborassero qui e lì, prestandole parole ed emozioni, restando sempre fedeli alla linea e ai messaggi che voleva trasmettere.

Ma ciò su qui vorrei soffermarmi non è il disco fine a sè stesso, ben fatto tra le altre cose, quanto invece la persona di Chiara che già dalla biografia si pone come la ragazza della porta accanto che parla entusiasta del suo disco, del suo gatto Mirtillo e delle torte che prepara per "arrotondare".

Sensazione che si fa più concreta nel momento in cui si legge la spiegazione che lei stessa fa dei suoi brani, così sofferta e appassionata...

Un disco pieno, con composizioni molto mature per una ragazza così giovane, una voce melodiosa, affascinante e pronta.

In bocca a lupo, Chiara!