Sezione recensioni
recensioni11/10/2011A cura di: Monica Alagna
She Said Destroy!
She Said Destroy!
a2011_10_11_06_39_04_223136_214094208642292_150572701661110_666357_4840721_n.jpg

Tracklist

  • 1. I fell in love
  • 2. Polaroid me
  • 3. Bubble pop electric (Gwen Stefani cover)

Genere

Pop

Voto

7 su 10

She Said Destroy! è un duo noise-pop che nasce nel novembre 2010 sul ciglio di un incrocio di Bologna. Al basso e alla voce c'è Stè, una rossa filosovietica vegetariana e alla batteria Emy, una carnivora invasata di cangaceiros e maracatù. Le influenze di SSD! sono un insieme di generi: dal lo-fi alla samba cançao, dall'electro al post-punk, dal punk 70/80 allo shoegaze, dal pop francese agli oldies anni 60/70.

Il repertorio delle due signorine è ancora agli albori, ma il loro stile e il loro sound sono davvero buoni: un pop-noise grintoso e gradevolissimo che denota padronanza del genere e talento nella composizione. Il brano che mi piace di più è I Fell In Love e, non vorrei essere blasfema, lo vedo perfettamente all'interno di una soundtrack di una serie tv alla Misfits o - vabbè, lo dico, a me piace e lo seguo - alla Gossip Girl. L'unica cosa con una leggera sfumatura "negativa" che mi sento di dire è che i suoni e gli effetti utilizzati in questi brani si somigliano troppo ma al momento la cosa non è "fastidiosa"; per i prossimi pezzi vorrei sentire più varietà perchè secondo me le SSD! hanno intrapreso la strada giustissima.