Sezione recensioni
recensioni10/11/2011A cura di: Hyrule
Smohalla
Resilience
a2011_11_10_11_16_36_317771.jpg

Tracklist

  • 1. Quasar
  • 2. Au sol les toges vides
  • 3. Le repos du Līzard
  • 4. Oracle rouge
  • 5. Marche silencieuse
  • 6. L'homme et la Brume
  • 7. Aux mille Dieux
  • 8. Nos sages divisent

Genere

Metal

Etichetta

Arx Productions

Voto

8 su 10

Smohalla, duo francese in attività da un po’ di anni che, dopo un Ep, demo e uno split, riesce finalmente quest’anno a debuttare con il primo full lenght chiamato “Résilience”.

Il sound che la band ci propone è un avant garde black metal molto particolare, si avverte decisamente la maturità della band riguardo al proprio stile: al di là dei classici elementi onnipresenti del genere (sound sporco e soffocante, screaming e arpeggi ripetitivi all’infinito) troviamo elementi distintivi come la presenza costante della tastiera, che spesso occupa spazi importanti (quasi da assolo, ma il termine è troppo “grande” in questo caso), voce pulita ma, soprattutto la voce femminile che arriva totalmente inaspettata durante l’ascolto per poi sparire nella cancerosa nube creta dalle sonorità del duo francese. Dimenticatevi il black metal brutale (in questo caso, possiamo dirlo, è solo una dicitura dovuta) e scream aggressivo, qui le sonorità soffuse e atmosferiche e il cantato pulito (ma non per questo meno interessante) la fanno da padroni!

Non aspettatevi quindi sonorità preconfezionate e vocalità stereotipate a cui, purtroppo, abbiamo dovuto fare l’abitudine a causa di una scena underground ormai troppo piena per riuscire a fare emergere gruppi “diversi” dallo standard, ma questa volta la storia è completamente diversa. Gli Smohalla sono promossi a pieni voti per la loro originalità e per il loro sound estremamente descrittivo, spero di sentire presto un loro nuovo lavoro.