Sezione recensioni
recensioni03/02/2012A cura di: Susanna Gattuso
THOMAS
MR. THOMAS'S tRAVELOGUE fANTASTIC
a2012_02_03_11_37_16_ak.rdio.com.jpeg

Tracklist

  • 1. Freakin’ Monsters
  • 2. Bee hive
  • 3.
  • 4. Sunsets
  • 5. Rollercoaster
  • 6. Sunshine
  • 7. True romance
  • 8. Clogged
  • 9. Monolab
  • 10. Hey
  • 11. Santhe

Genere

Pop

Etichetta

Automatic Record/Protosound

Sito Ufficiale

www.thomastheband.com/

Voto

9 su 10

Un febbraio ricco di tante novità e di bella musica, non c è che dire.
Mi trovo ad ascoltare in una bella giornata di sole con poco freddo,il cd di questa band davvero interessante i THOMAS, difficile da etichettare come band che fà un solo genere,perchè in questo nuovo album c'è davvero di tutto: pop,dance,funky,rock ma non dà assolutamente l'idea di confusione o dispersione,anzi tutto è ben legato,armonioso e veramente valido.
Grande apertura con il singolo “Freakin’ Monsters” dal sound coinvolgente, che riporta alla psichedelia.
si continua con  "Bee hive" carica esplosiva ;“43 Sunsets” è una vera scossa funky e rock insieme che ricorda il suono anni 70 rock'n roll e che non riesce di sicuro a tenere inchiodato sulla sedia l’ascoltatore,io non ci sono riuscita :D...tra l'altro è uno dei miei brani preferiti.
“Rollercoaster” è molto anni’80,non mi colpisce più di tanto.
Si cambia atmosfera,quasi a tornare nella dance tipica degli anni 70 con “Sunshine”,e colpisce questo cambio di stile."true romance" è stranissima e particolare,voce bassa,quasi narrante;
“Clogged” ha un' atmosfera cupa,un pò inquietante con questa chitarra sussurata,la voce bassa e in un certo senso metallica, all'interno di una base elettronica,molto ipnotica.
Con “Monolab” si torna al pop e alle  chitarre rockeggianti, più fresca e imponente,con un intermezzo caratterizzato delle parole cantate al contrario.
E si continua col rock energico e puro,“HEY!” dai falsetti e caratterizzato dal finale dai due minuti e mezzo strumentali,psichedelici,onirici, stile dance
"Santhe",chiusura acustica,dolce e sognante.
Il risultato dell'ascolto è quello di aver fatto un bellissimo viaggio solare(forse perchè fuori c'è na bella giornata?), e per niente difficile.
“Mr. Thomas’s Travelogue Fantastic”, è un lavoro affascinante e consigliatissimo.
Curato nei minimi particolari,soprattutto le parti vocali.
Bravi ragazzi