Sezione recensioni
recensioni01/04/2012A cura di: Clementine
Nehl Aelin
Le Monde Saha
a2012_04_01_03_27_16_dqtanl_th.jpg

Tracklist

  • 1. So Easy
  • 2. Overdrive
  • 3. Striking The Strings
  • 4. Dell
  • 5. Au delà du Mont Minobu
  • 6. Les Fleurs De Mandara
  • 7. La Voie Du Milieu
  • 8. Hojo Takeka
  • 9. Yo Tiende Sona
  • 10. Syrens' Gate
  • 11. N'cha
  • 12. Au Village Pingouin
  • 13. Je Hais Les AraignŽes

Genere

Varie

Etichetta

Danse Macabre Records

Sito Ufficiale

www.nehlaelin.com

Voto

8 su 10

Ascoltando per la prima volta "Le Monde Saha" mi sono ritrovata in un mondo parallelo, magico e delicato, un mondo prettamente orientale . Nehl Aelin è una cantautrice e polistrumentista francese, cantante e tastierista del gruppo metal Akphaezya che ha all'attivo 2 album da solista. " Le Monde de Saha " è il suo terzo album, un mix di elettronica, pop e psichedelia.
L'album si apre con "So easy" e fino a "Dell" i brani corrono sulla stessa lunghezza d'onda: è un mondo prettamente femminile, fragile e delicato, le riflessioni non mancano. In questo universo sonoro il paragone d'obbligo che viene subito alla mente è con il pianoforte di Tori Amos e la dark-wave di Emilie Autumn. Ma non ci lasciamo prendere da inutili paragoni e andiamo avanti con l'ascolto, per ritrovarci immersi in un intermezzo di archi barocchi con "Au Delà Du Mont Minobu" , brano strumentale. Dagli archi barocchi veniamo proiettati in Oriente con "Les Fleurs De Mandara", brano cantato in Giapponese. Da questo momento fino alla fine dell'album le sonorità sono prettamente elettroniche, nipponiche, dark, con momenti molto coreografici: sembra di essere in un film.
Tredici tracce che spaziano in mondi musicali differenti, se per un momento vi sono possibili paragoni con altre musiciste, l'attimo dopo ci ricrediamo per affermare che la giovane francese Nehl Aelin è davvero un'artista polivalente con una grande strada davanti a sé. Chissà cosa sarà capace di creare nei prossimi lavori.