Sezione Live Reports
i-day festival
i-day festival__

L'I-Day Festival segna la fine dei concerti estivi, aperta dal suo rivale
Heineken Jammin'Festival. Nella seconda serata, che vede il tutto esaurito, fa
da padrone il Pop Punk.
>Sul palco dell'Arena Parco Nord di Bologna si susseguono band di fama
internazionale, sotto ad un sole caldo tutti attendono il grande ritorno dei
Blink 182.
>Aprono le danze gli italianissimi Leeches, a seguire gli All Time Low, e i
Simple Plan. Alle 20 è la volta del punk dei Sum 41.
>Alle 21 il palco è pronto per ospitare il gruppo tanto atteso da tutto il
pubblico, e finalmente, acclamati da circa 27 mila persone Mark Hoppus, Tom
DeLonnge e Travis Barker prendono posto.
>Certamente carichi, aprono con "Dumpweed", e a seguire i grandi successi
"Feeling This", "The Rock Show" e "What's My Age Again?".
>Con "I Miss You" si apre la parentesi romantica, seguono "First Date","All
The Small Things","Anthem Part 2” e qui è il momento della pausa. Torna sul
palco Trevis per il suo assolo, la sua batteria viene alzata da una pedana, che
lo fa roteare per 360°. Forse il momento più eclatante dello show.
>La performance si chiude con "Carousel", "Dammit" ed infine chiudono i 35
secondi di "Family Reunion" che mandano tutti a casa.
>L'energia c'è, la carica non manca, il problema è la voce, molte volte
sopraffatta dagli strumenti, forse colpa dell'audio o forse anche perché i
Blink 182 dal vivo non sono proprio come te li aspetti ascoltando un loro cd.
>Il tutto dura 50 minuti scarsi, e la delusione si vede su parecchi volti
accanto a me, non certo una serata indimenticabile.
>Una giornata carica, forse chiusa non nel migliore dei modi, vedremo cosa
verrà proposto il prossimo anno!