Sezione articoli
Secondo album de Il Disordine delle Cose
a2012_02_11_10_22_50_il disordine cover small.jpg

 

A poco più di due anni dall’omonimo disco d’esordio che aveva segnalato la band come una delle rivelazioni della scena indipendente italiana con un lungo tour di quasi cento date, esce il 29 febbraio il secondo album de Il Disordine delle Cose. “La Giostra” è stato registrato e mixato in Islanda a pochi chilometri da Rejkjavik presso il Sundlaugin Studio con l’ingegnerizzazione di Birgir Jòn Birgisson, manager e fonico dei Sigur Ros.

 Un disco in cui la band cerca il freddo e il completo distacco dalla quotidianità per la scrittura e si impegna a far coesistere il più autentico, intimo e introspettivo cantautorato italiano con le diverse influenze musicali dei componenti della band e le sonorità avvolgenti che caratterizzano la musica nord europea. La scelta e l’utilizzo di strumenti come l’harmonium, i glockenspiel e i metallofoni si accostano così alle forme della canzone rock d’autore ed agli incastri di voci e cori. Prodotto artisticamente ed arrangiato interamente dalla band stessa, il disco è stato registrato nelle ultime due settimane di agosto in Islanda al Sundlaugin Studio di Moesfellsbaer, Reykjavik, da Birgir “Biggi” Birgisson (Sigur Ros, Amiina, Jonsi, Mugison). Sempre caratterizzati da un’attenzione e da una cura particolare dei testi, talvolta i brani si dilatano e la musica diventa racconto, alla ricerca di un’intensità cristallina che sembra aspettare solo l’esibizione live per poter esplodere e completarsi.

 L’uscita del nuovo album sarà accompagnata dal primo singolo e video “Sto ancora aspettando”.