Sezione articoli
Peppa Marriti Band - "Kendò!"
a2012_02_20_04_47_19_peppa_cover_smll.jpg

 Finalmente disponibile in tutti gli store digitali l'ultimo album della Peppa Marriti Band dal titolo “Këndò!”, in italiano, canta che raccoglie brani che fanno parte da anni degli spettacoli dal vivo della band e diversi inediti. Come il primo CD “Rockarbëresh”, anche “Këndò!” è cantato quasi interamente in Arbëresh (la lingua delle diverse comunità italiane di origine albanese presenti nel sud Italia), per mantenere viva questa cultura minoritaria che rischia seriamente di scomparire. Le canzoni guardano al futuro senza dimenticare però il passato e la nostra tradizione.

“Këndò!” è stato registrato da Simone Miceli a Spezzano Albanese (CS), mixato da Alessandro Castriota presso lo “Studio Castriota” a Marzocca (AN).

Formazione: Angelo Conte - chitarra acustica e voce / Demetrio Corino - basso e voce / Paolo Imbrogno – tastiere / Antonio Castrovillari- chitarra elettrica / Nunzio Di Benedett - batteria / Pino Murano - violino

Biografia:

Il gruppo PEPPA MARRITI BAND nasce a Santa Sofia d’Epiro, un piccolo paese di origine Albanese in provincia di Cosenza. L’idea di fondo della band è quello di coniugare le radici del rock con la tradizione e la cultura “Arbëresh” (Italo-Albanese). Numerose sono le partecipazioni ad importanti festival nazionali come Arezzo Wave, Adriatico-Mediterraneo, Sonica, Ampollino Sound, Festa della Musica, DemoFest Lamezia T., ed altri ancora.

Le canzoni dei CD “Rockarbëresh” e “Këndò!” sono trasmesse da numerose radio Nazionali ed Internazionali, Rai Radio 1 “Demo”, Radio Rai “Notturno Italiano”, Radio Tirana in Albania, Radio West e Radio Urban FM in Kossovo e Radio Iliria. Ospiti delle trasmissioni TV: “Italia chiama Italia” su Rai International, “La Storia Siamo Noi” su Rai Tre/Rai Educational e “Levante” su Rai Tre. Tra i protagonisti del film/documentario “rock arbëresh” di Salvo Cuccia. Vincitori dei premi ETNO (DemoFest) e DEMO D’AUTORE (Sele d’Oro) 2010. Su una base musicale tipicamente rock, i concerti della band si aprono a sonorità balcaniche (accentuate dall’uso del violino), con riferimento ai canti tradizionali (Vjersh) e proseguono nel mondo della musica popolare e contemporanea. Il fine del gruppo è quello di tutelare, attraverso la musica rock, la lingua e la cultura delle minoranze Italo-Albanesi, presenti nel Sud-Italia da più di 5 secoli.