Sezione Live Reports
I CANI+AVANGUARDIA AMBROSIANA 23.02 @Serendipity (Foligno)
a2012_03_01_12_58_51_I-CANI-COVER.jpg

 

Giovedì 23 febbraio al Serendipity di Foligno siamo tornati tutti più giovani grazie alla serata all’insegna delle nuove proposte dell’underground italiano con I Cani ed Avanguardia Ambrosiana. Devo ammettere che mi ha stupito la presenza di un pubblico abbastanza variegato, con un target di età dai 17 ai 35 anni, dimostrando che certe band sono  per tutti e non solo per i ragazzetti da cresta ed i-phone.

 

Ad aprire il concerto è toccato ad una band di Spoleto, Avanguardia Ambrosiana, formatasi nel 2010 e con all’attivo due demo usciti entrambi nel 2011. Il primo intitolato “Sciami di Mosche” dal quale hanno proposto le canzoni “Parigi” e “Il Viaggio di Hofman”; il secondo, “Alchermes” con “Quinto Potere”, “Alice”, “La Syndrome di Cotard” e “L’Ultima Preghiera prima dell’Addio”. Una proposta interessante non solo nella messa in scena ma anche nel songwriting delle canzoni che mostrano la piena coscienza di disagio in un mondo che ha tolto ai giovani la prospettiva di sognare un proprio futuo. La musica come mezzo di protesta di tematiche forti giocate però sull’ironia: “Alice si Ë persa nei meandri/dell'inconscia intima ricerca di assurdità/oggi, Alice fa la puttana/ perché é scritto che i sogni più veri finiscono qui, così, così”.

 

 

Non da meno sono stati I Cani, accolti con idolatria dalla folla che si accalcava al di sotto del palco, spintonandosi e cantando i pezzi più famosi di questo gruppo che nel giro di poco tempo ha iniziato a far discutere di sé. Tutto è cominciato come una sorta di gioco mettendo online due pezzi, “I pariolini di 18 anni” e “Wes Anderson”, che hanno fatto il giro delle maggiori radio ed alzato un polverone di chiacchiere (tutte positive) tra i giovani (che ne hanno fatto un tormentone) e la critica (che si è trovata a fare i conti con un nuovo ciclone). Questi ragazzi di Roma mettono nero su bianco e senza mezzi termini ciò che gli passa per la testa: “Door Selection” parla di un sabato sera come tanti dove, mentre si aspetta in fila alla selezione di un locale, si fantastica per come andrà la sera e cosa ci si ricorderà il giorno dopo: “Le Coppie” è un invettiva carina di certi quadretti di coppiette super appiccicose che vivendo in simbiosi il primo amore non si lasceranno mai (e chi non ha avuto storie così?). Una tra le mie preferite è “Perdona e Dimentica” che punzecchia sulle cattive abitudini dell’italiano medio e con la parola “vergognati” si infila nel cervello come un moralizzato o la vocina del grillo parlante. Funzionerà?

 

Se i genitori ascoltassero I Cani capirebbero di più i loro figli!

 

 

 

Tag in questo articolo

I CANI, AVANGUARDIA AMBROSIANA,ALONE MUSIC,SERENDIPITY,DEA ORTOLANI