Sezione articoli
RATAFIAMM: il ritorno dell’indie rock band romangnola
a2016_06_30_04_55_40_20c562e5-bd87-4628-a469-575b36db7a6d.jpg

A cinque anni da “Low Budget Invasion” tornano i Ratafiamm con un nuovo brano intitolato “Vedere”. Dopo un lungo periodo di pausa e altre strade percorse, Enrico Cibelli e Andrea de Nittis riportano alla luce la loro visione del pop rotonda, densamente emotiva e carica di groove con una traccia che viene accompagnata da un videoclip - disponibile su YouTube - firmato dalla videomaker Johanna Invrea.

Nel primo decennio degli Anni Zero i Ratafiamm pubblicarono due ep e due dischi ("Me Te O", 2010, e "Low Budget Invasion", 2011), arrivando a vincere il Premio Ciampi e segnalandosi come una delle voci più credibili del nuovo indie-pop italiano.
Ora rieccoli di nuovo insieme con "Vedere", una canzone carica di uno ieratico spleen metropolitano che rappresenta il lato più electro della band, dove il beat spinge quadrato e deciso mentre la voce si immerge nelle architetture disegnate dal basso e dai synth.

“Sono passati anni cercando di risolvere, di rispondere alle domande - raccontano iRatafiamm - Carceri, dottori, maestri, scoperte, incontri importanti e saluti. Come se fossero giornate intere passate a sfogliare i manuali, a leggerli più volte. Per capirci qualcosa, anche se poi capita che dimentichi.”

“Vedere” anticipa “Tourist, you are the terrorist”, un disco che uscirà fra qualche mese, un nuovo disco dei Ratafiamm. “Un lavoro - dicono - che è stato scritto in casa, con i bagagli già pronti, e in viaggio. Treni, aerei, auto. Stranieri pure nella propria città. Dobbiamo sorridere o gridare? Provare a capire. Provare a Vedere.”