Sezione articoli
Festival del Vittoriale Tener- a - mente
a2016_07_05_05_20_05_foto-1074-300x420.jpg

Ha preso il via lo scorso 24 Giugno la VI edizione del Festival Vittoriale Tener - a- mente con l'anteprima della proiezione di Urge, di e con Alessandro Bergonzoni sotto la regia di Riccardo Rodolfi.

Entrando nel vivo, a inaugurare il Festival sarà uno dei più virtuosi chitarristi del nostro  tempo: Steve Vai, protagonista al Vittoriale della  prima delle due date italiane del tour celebrativo del 25°anniversario del suo album simbolo: Passion&Warfare (6   luglio). Vai, luminare della personalissima  visione artistica, è stato in tour in del suo album chitarra con una ogni angolo del mondo, collaborando, tra gli altri, con Frank Zappa e accumulando oltre 15 milioni di dischi venduti, vincendo 3 Grammy e ricevendo altre 15 nomination. Ritorno già annunciato, dopo il “tutto esaurito” del concerto del 2014, quello di una delle artiste più amate dal pubblico del Vittoriale: Fiorella Mannoia (8 luglio), attesa con "A te", un concerto dedicato all'amico Lucio Dalla, artista che tanto ha influenzato il mondo espressivo di Fiorella.
Imperdibile appuntamento per gli amanti del jazz l’11 luglio, quando Tener-a-mente terrà a battesimo, in  esclusiva  per  il  nord  Italia,  la  prima  data di PatMetheny  e  Ron  Carter.  Già  contrabbassista  del  quintetto nazionale del duo di  Miles Davis, in quella che viene considerata la più grande sezione ritmica della storia, Carter è una vera e propria icona del contrabbasso jazz, che ha suonato accanto a Herbie Hancock,Wayne  Shorter,  Sonny  Rollins  e  Tony  Williams.  Con  loro  sul  palco Metheny ha annunciato la presenza del talentuoso pianista britannico Gwilym Simcock, cresciuto ascoltando la musica di Pat, proprio come Pat crebbe ascoltando quella di Carter: tre generazioni a confronto, per una serata di jazz immortale e fuori dal tempo.Il 12 luglio è la prima volta al Vittoriale di Steven Wilson con Hand. Cannot. Erase. Il fondatore del gruppo progressive rock PorcupineTree ha alle spalle quasi trent’anni  di carriera e una ricca  serie di progetti  da solista: , ospite ideale e iconico della natura più ispirata di Tener-a-mente,incarnazione della semplicità come punto d'arrivo e non di partenza. Il 14 luglio, anche lei per la prima volta al Vittoriale, Joan Baez, la signora del folk che ebbe grandissima influenza sulla musica mondiale e che ha fatto dell’impegno sociale una ragione di vita. Firmò alcuni dei brani di maggior successo degli anni '60 e aprì le porte della scena folk mondiale all'immenso talento di Bob Dylan. Da più di 50 anni Joan rinnova i suoi concerti con passione, energia e vitalità, sempre alla ricerca di una buona canzone, di una giusta causa da sostenere, confermandosi un tesoro prezioso per l’umanità.
Il 16 luglio al Laghetto Delle Danze arriva la raffinatezza  ricercata di William Fitzsimmons, senza dubbio una delle voci più intense del nuovo cantautorato americano, con il nuovo EP Charleroi:  Pittsburgh  Volume 2, uscito in Italia il 4 aprile. Accostato dalla critica ad autori culto come Ellioth Smith e Nick Drake per i ricchi arrangiamenti e le atmosfere malinconiche, conosciuto in Italia soprattutto come compositore di colonne  sonore di serie televisive  di  culto  come  Gray's Anatomy,Fitzsimmons sta riscuotendo consensi sempre più ampi in tutta Europa e si avvia a divenire a sua volta punto di riferimento per i più esigenti palati soft-rock.15  anni  di  carriera  per  i  Kings  of  Convenience, che si  apprestano  a  festeggiarli tornando in Italia con un tour celebrativo che domenica 17 luglio li porterà per la prima volta sul palcoscenico del Vittoriale di Gardone Riviera, in una data già da tempo tutta esaurita. Il duo norvegese di Erlend Øye e Eirik Glambæk Bøe ha raggiunto negli anni un successo tale da dare vita a una nuova scena musicale underground: il new acoustic movement, caratterizzato da atmosfere ipnotiche, leggere e da  una semplicità e immediatezza estremamente espressive. Anche i newyorkesi The Lumineers (20    luglio) hanno scelto il prestigioso  palcoscenico gardesano per presentare in prima  nazionale  la  loro  ultima  fatica: a quattro anni di distanza dall’uscita dell’album che li ha resi famosi in tutto il mondo, il trio torna nel nostro Paese con il suo secondo disco Cleopatra, uscito l’8 Aprile 2016 per Universal Music. E il loro numerosissimo pubblico ha mostrato di gradire la scelta della location lacustre, assaltando le prevendite e regalando alla band americana il primato del "tutto esaurito" più rapido nella storia di Tener-a-mente, con biglietti terminati in una settimana.Il 22 luglio sarà la volta dei Blonde Redhead, uno dei gruppi più influenti e rispettati nella scena indie mondiale. Il trio, composto da Kazu Makino e dai gemelli Pace, sul palcoscenico dannunziano sarà protagonista di un progetto speciale in cui, affiancato da un quartetto d'archi, riproporrà il suo album di maggior successo, Misery is a butterfly, pietra miliare della storia dell'art-rock/indie-rock. Il concerto è proposto in collaborazione con Latteria Molloy, la venue bresciana che si è guadagnata un posto tra  i top club italiani grazie a una programmazione nazionale e internazionale di altissimo livello. “Latteria Molloy è entusiasta di collaborare con il Festival Tener-a-mente, un’eccellenza culturale e organizzativa che con il suo mix di raffinateezza artistica e cura del  patrimonio  territoriale  rappresenta  una  perenne   fonte   di   ispirazione lavorativa", dichiara Paolo Fappani, co-direttore artistico della Latteria.
Venerdì 29 luglio Massimo Ranieri chiude la programmazione in anfiteatro portando sul  palco  di  Gardone  Riviera  per  la  prima  volta  tutto  il  fascino  e  la  cultura   della canzone  napoletana  con il concerto Malìa, progetto presentato dal  vivo nel programma del sabato sera di RAI 1 Sogno e Son Desto 3. Ad accompagnare Ranieri musicisti d'eccezione del panorama jazz italiano: Rita  Marcotulli (pianoforte),Stefano Di Battista (sax alto e sax soprano), Stefano Bagnoli (batteria), Riccardo Fioravanti (contrabbasso) e Marco Brioschi (tromba). Ospite d'onore del concerto al  Festival  Tener-a-mente  un  altro  protagonista  eccellente della musica italiana: Mauro Pagani (violino), che del disco Malìa è anche produttore artistico.A  chiudere  l’edizione  2016  del  Festival  del  Vittoriale, la rassegna Tener-a-mente  il 6 agosto WAKE, nuovo progetto di Walter Beltrami e Kekko Fornarelli - 4 mani supportate da looper, elettronica, live sampling al servizio di due instancabili  storyteller musicali, in grado di guidare il pubblico in un viaggio onirico fatto di ritmi trascinanti,  atmosfere  cinematiche e sviluppi  imprevedibili  –   e, a chiudere, il 7 agosto Jan Bang e Arve Henriksen, trombettista scandinavo asssurto negli ultimi dieci anni a icona del linguaggio post-jazz, capace di mescolare con equilibrio tutto nordico atmosfera e poesia a sperimentazione e tecnica sopraffina.

Non mancheranno all'interno del Festival spettacoli di danza e prosa; per il programma completo e info sui biglietti http://www.anfiteatrodelvittoriale.it/