VLADIMIR LUXURIA "Sono un uomo"
il VIDEO d'esordio
a cura di: Alonestaff
2019-02-19

Il NUOVO SINGOLO disponibile da oggi martedì 19 febbraio su SPOTIFY
e tutte le principali piattaforme streaming
- ASCOLTA -

DISPONIBILE DA OGGI ANCHE IL VIDEO SU YOUTUBE

 

"Sono un uomo" è il primo singolo di VLADIMIR LUXURIA disponibile da martedì 19 febbraio su Spotify, Apple Music e tutte le piattaforme streaming per indiehop.


"Sono un uomo" è un brano pop contaminato da atmosfere e sonorità che rimandano agli anni '70. La canzone affronta con spirito critico e sottile ironia l'immaginario stereotipato del maschio medio, ritratto nei suoi clichè più noti, nella noncuranza di ciò che lo circonda e costretto in un machismo forzato e ossessionante.
Il VIDEO vede come protagonisti dei giocattoli icona degli scorsi decenni che diventano simbolo per rappresentare una visione della sessualità fortemente eteronormata, con un ideale di mascolinità ostentato nella sua estetica e nelle sue azioni.
Vladimir Luxuria si mette in gioco con tutta se stessa, dimostrando di essere un personaggio a tutto tondo, imprevedibile, dotata di un'espressività trasversale, questa volta attraverso la musica cucitale addosso da una produzione minuziosa, curata nei minimi dettagli.

 


Vladimir Luxuria è un'attivista, scrittrice, personaggio televisivo, attrice, cantante, drammaturga ed ex politica italiana. E' stata la prima transgender ad essere eletta in un parlamento europeo, diventando un punto di riferimento e una tra le personalità più influenti del nuovo millennio per il movimento LGBT, attraverso la sua attività artistica e politica. La sua prolifica e multiforme carriera l'ha portata a pubblicare sei libri, recitare in numerosi film, condurre quattro programmi radiofonici, scrivere decine di sceneggiature teatrali e partecipare a numerosissimi programmi televisivi.

 


CREDITS

Registrato da Claudio Cheulini e Andrea Cajelli presso La Sauna.
Mix a cura di Nino Mauro presso il Digilab Recording Studio.
Master a cura di Alex Gordon presso gli studi di Abbey Road a Londra.