Luca Turilli
a cura di: Karin Voch
2012-05-23

Mi trovo a Milano in un albergo tranquillo nei pressi della stazione centrale,dove attendo Alex Conti il cantante dei Luca Turilli's Rhapsody,riesco a salutare Luca e attendo al bar l'arrivo di Alex.



Ciao Luca e benvenuto nella nostra webzine Alone Music. Raccontaci un po' di questo progetto dei Rhapsody.

Tutto bene. Quando mi hanno contattato credevo che si trattasse di una collaborazione e che Luca stesse preparando un nuovo disco solista,invece dopo qualche incontro mi è stata fatta la proposta di diventare il cantante dei Luca Turilli's Rhapsody.
 

 

 

Ho ascoltato il primo singolo e ho notato che la tua voce ha un impostazione lirica,che tipo di studi vocali hai fatto?

Ho iniziato a studiare 15 anni fa, una delle prime band con cui facevo delle cover,quando canti alcuni pezzi, ti rendi conto che ti serve una preparazione,così ho iniziato a prendere lezioni private da un insegnante di lirica,anche se non ero appassionato del genere;diciamo che non è proprio quello che un ragazzo ascolta nella propria cameretta,anche se mi affascinava.Successivamente ho fatto un provino e sono entrato nella corale Rossini di Modena,famosa per aver dato luce ad artisti come Pavarotti,sono stato accettato e ho studiato con loro un anno e mezzo.E' molto impegnativo,ma mi ha dato tanto.
 

 

Come avviene la composizione dei brani?
Luca è il masterplan assoluto,si occupa di tutto nel minimo dettaglio.

 

 

Per quanto riguarda le linee vocali,avete lavorato insieme,chi le ha create?
Le ha pensate Luca ed io ho apportato degli accorgimenti in studio.Luca mi ha mandato molto materiale da cantare di vario genere, per comprendere il mio range vocale,ed ha costruito le linee.
 

 

Cosa mi puoi raccontare dell'esperienza in studio?
Le voci sono state realizzate con un lavoro di tre settimane,un lavoro meticoloso.Il disco finito non l'ho ancora ascoltato,aspetto l'uscita che sarà il 22 giugno I suoni di Ascending To Infinity e il video di Dark Fate of Atlantis sono più cupi,come anche le tematiche,ho notato anche riferimenti alla cristianità nei titoli delle tracce I suoni e il video rispecchiano i contenuti del disco che ha una visione un po' apocalittica,prendiamo spunto da tematiche cristiane non intese come white metal,ma la visione filosofica dell'apocalisse che è del tutto attuale,basta guardarsi intorno per percepire che c'è qualcosa che non va.Il discorso è proseguito deviando sul terremoto nella provincia del modenese".Da piccoli ci insegnano la religione in modo rigoroso,quando leggendo il vecchio testamento possiamo trovare diverse interpretazioni,potremmo fare un riferimento agli scritti di Sitchin che ci accomunano.
 

 

Il disco uscirà il 22 giugno mentre i live quando inizieranno? Che tipo di spettacolo avete in mente?
I live inizieranno questo autunno,non abbiamo voluto fare i festival perchè si suona poco e spesso le condizioni non sono ottimali,preferiamo dedicarci ad uno spettacolo completo,dove proporremo anche alcuni brani del repertorio solista di Luca.
 

 

Dove vi porterà il tour? Come pensi la prenderanno i fan dei Trick or Treat? (band di cui è il cantante)
Il tour ci porterà in Europa e in Sud America oltre che in Italia.Penso che i fan la prenderanno bene,i miei colleghi sono contenti per l'opportunità che mi è capitata,fra poco uscirà anche il nuovo disco.
 

 

Il tempo è tiranno e devo congedarmi,saluto Alex sperando di vedere presto i «Luca Turilli's Rhapsody» live.