Park Avenue
a cura di: Mox
pubblicato il: 2010-06-09
Time To
  • Automatic

  • Runaway Boy

  • Goldenmind

  • Time to

  • Play

  • Morphine

  • South Road

  • On my own

  • Lady Truth

  • Over

  • On august 15

  • Dawn

I Park Avenue nascono alla fine del 2005 a Novara, nei pressi della quale iniziano a farsi conoscere esibendosi in pub e club della zona e ricevendo delle critiche positive che li portano, nel 2006, ad incidere la prima demo, "Not a marionette". Da lì parte un'avventura che li vede partecipare a diversi festival e manifestazioni sia nazionali che internazionali come lo Sziget Festival di Budapest, il Rock For People Festival di Praga e il tedesco Tahubertal Open Air Festival, aprendo per artisti come The Killers, Gogol Bordello e Massive Attack.

"Time to" dunque è il primo, vero disco d'esordio. Si apre con "Automatic", un brano molto energico che fa capire di che pasta siano fatti questi quattro ragazzi novaresi; da qui si prosegue con brani semi-acustici, ballate romantiche che sinceramente non hanno nulla di innovativo ma si lasciano ascoltare piacevolmente: in effetti non spiccano per originalità, si perdono nella grande corrente brit-rock/indie che, sicuramente c'è da dire, se da una parte li rende "una band tra tante" dall'altra li rende accessibili ad un target di fruitori molto ampio che amando il genere li seguirà senza troppe pretese.

Ciò non toglie che il disco sia fatto molto bene, sia a livello musicale -i ragazzi sanno suonare- sia a livello tecnico e di missaggio; anche la grafica di copertina è semplice ma accattivante, mi ha colpita perchè priva di fronzoli eccessivi che lascino presagire qualcosa che poi, spesso, non è.



I Park Avenue sono:

Federico Marchetti Florio ___ voce, chitarra

Marcello Cravini ____________ chitarra lead

Vinicio Vinago ______________ batteria, percussioni

Alberto Piccolini ___________ basso