Wolvesguard
a cura di: Djibril
pubblicato il: 2008-02-21
Pagan Heritage
  • 1) In the Name of Our Gods
    2) Rivelazioni di Guerra
    3) Wolvesguard
    4) Ancestral Wisdom
    5) Pagan Heritage
    6) Ancient Pride
    7) Aradia

Dalla Trinacria pagana, i Wolvesguard conquistano la scena black palermitana e vantano di 6 anni di addestramento. Dopo vari live e cambiamenti di Line-up, nel gennaio del 2007 danno vita a “Pagan Heritage” un ep prodotto dall’americana subetichetta della Open Grave Records, la Sullen Records che ha l’onore di lanciare il TRVE KVLT underground black metal in edizione limitata.


Rullo di tamburi, che la battaglia abbia inizio “In the name of our gods”. Interessante l’esecuzione alla batteria: leggermente fuori dai soliti canoni dei musicisti estremi. Magari poco percettibile ad un primo ascolto, ma lampante per un orecchio ben allenato.


Conferma la mia teoria proprio “Rivelazioni di Guerra” nel quale il ruolo del batterista è decisivo: non ci si può distrarre un attimo in questo susseguirsi di ritmi contrastanti!


Alastor, allo stesso tempo, come capo parla alla sua legione con uno scream italiano che rende l’atmosfera ancora più vissuta.


E’ con Ancestral Wisdom e Ancient Pride, quest’ultima mia preferita, che si assaporano le sonorità estreme del gruppo. Una carica esplosiva in una tensione massima creata dallo scream, dalla chitarra e dai toni cupi del basso.


Ci allontaniamo dallo sfondo di guerra per dare spazio alla title track. La struttura della song è ben diversa dalle altre e costituisce perciò una sorta di rara eccezione nel contesto generale dell’ep.


Assolo di chitarra per Aradia, ultima traccia del cd dove Alastor torna a porre omaggio alle sue origini sfoderando di nuovo uno scream italiano. Peccato per la brusca interruzione del pezzo che lascia l’amaro in bocca. Forse una metafora al sapore ferroso che sente un guerriero al termine di uno scontro sanguinolento?


Buona la registrazione e la distribuzione del suono complessivo che lascia spazio ad ogni singolo componente.


Ebbene ragazzi, anche se avete vinto una battaglia, l’esito della guerra è ancora tutto da vedere per cui…FATEVI VALERE!