Attitude
a cura di: Nasdey
pubblicato il: 2014-07-09
Hard Rock Saloon
  • Intro

  • Bomba Rossa

  • Fuori di Testa

  • Vivo tra le Fiamme

  • Stop

  • Via da Qui

  • Tigre

  • Rudy's Garage

  • Rock'n Roll Radio

  • Grida No

  • Old Whyskey

Di nome e di fatto, i torinesi Attitude dimostrano di avere ciò che portano nel loro nome: l’attitudine al rock. Nata nel 2010 a Cuorgnè in provincia di Torino, la band ha da sempre nel cuore un obiettivo preciso, che è quello di suonare l’hard rock completamente in italiano. È questo, infatti, il tratto distintivo degli Attitude che li fa emergere rispetto alle band dello stesso genere e che allo stesso tempo li catapulta in quel tipo di musica che l’ascoltatore può solo amare o odiare.  

 

Il dibattito sull’importanza della lingua d’origine nella musica rock, infatti, è controverso: poche band sono riuscite a fare rock (in)italiano in modo egregio e non sempre chi decide di sperimentare questa soluzione ottiene buoni risultati. La questione, qui, la riassumeremo con un accordo - fittizio – tra chi ne apprezza anche solo il tentativo e chi invece non accetta neanche il fatto di averci provato (a cantare l’hard rock in italiano).

 

Ascoltata l’intro, qualche minuto dopo il play il disco non (mi) convince molto ma già dagli ascolti successivi il ritmo prende il sopravvento e il rock dei nostri comincia a sapersi vendere. Credo che questo sia dovuto – per chi non li abbia mai ascoltati prima – all’esordio della voce in italiano che, d’impatto, colpisce chi non se lo aspetta. 

 

Superato il gap della voce, comunque, Hard Rock Saloon suona liscio – e bene – per tutte le undici tracce e anzi, ci riporta alla mente (e alle orecchie) il glorioso sound americano: ascolto dopo ascolto, infatti, sembra di sentire gli Anthrax di Spreading the Desease del lontano 1985. Nulla di strano, penserete voi, se non fosse che lo storico gruppo newyorkese nel 1985 suonava thrash metal…

 

Ma l’America non è la sola in questo ritorno al passato perché a giudicare dalla qualità del sound e dalla scelta stilistica delle composizioni, c’è molto anche del filone (australiano) Ac/Dc.

 

Nulla in contrario a queste assonanze, anzi, sono scelte che si apprezzano nonostante portino il gruppo a non brillare di luce propria ma di riflesso dei grandi artisti. Il sound, infatti, è godibilissimo e i testi in italiano aiutano ad entrare a pieno nel concept dell’album: l’energia e l’attitudine del rock non mancano di certo e anzi sono le qualità che più si apprezzano in gruppo come gli Attitude che ha scelto sicuramente un percorso stilistico molto arduo e dibattuto.

 

Ascoltando Hard Rock Saloon infatti, non sentirete nulla di nuovo ma apprezzerete la grinta e lo spirito che i nostri hanno inciso nella loro musica. Il genere scelto dagli Attitude non lascia spazio a grosse sperimentazioni ma questo sembra non riguardare la parte vocale che – a mio parere – azzarda un po’ troppo ad “americanizzarne” la pronuncia…