Quiescence
a cura di: Luciferine
pubblicato il: 2014-11-18
Shores of Null
  • Kings Of Null

  • Souls Of The Abyss

  • Night Will Come

  • Ruins Alive

  • Quiescent

  • The Heap Of Meaning

  • Time Is A Waste Land

  • Pain Masquerade

  • Eudaemonia

Gli Shores of Null, gruppo pescarese-romano  formatosi nel 2013, esordiscono con l’album Quiescence, prodotto dalla Candlelight Records. Si tratta di un prodotto veramente sorprendete, un’autentica perla della musica italiana degli ultimi tempi.

Quiescence è un titolo che si adatta perfettamente all’atmosfera della tracklist, poiché le sensazioni che si ricavano dalla loro musica (nonostante la durezza dei ritmi di batteria esguiti da Emiliano Cantiano, la profondità delle chitarre di Gabriele Giaccari e Raffaele Colace accompagnati dall’intenso riffing di basso di Matteo Capozucca) sono sensazioni di quiete prima della tempesta e di una radicata malinconia quasi incurabile. La voce di Davide Straccione è molto particolare: dotato di un timbro esclusivo, riesce a passare da voce pulita a growl con immensa facilità ispirando scenari apocalittici popolati da creature abissali (Souls of the Abyss), re di imperi perduti (Kings of Null), rovine (Ruins Alive, Time is a Wasteland) dolore e oscurità (Night Will Come, Pain Masquerade, Eudaemonia) seguiti da quello che si può definire uno stato di ‘’quiescenza’’.  Apprezzabili anche i cori che diventano elementi essenziali di ogni canzone. Finalmente una ventata di aria nuova in un panorama che tende sempre più a uniformarsi.

Consigliatissimi per gli amanti di gruppi come Opeth, Katatonia e My Dying Bride e per chi ricerca declinazioni apocalittiche, gli Shores of Null sono sulla buona strada per scalare le vette più alte.