Noumeno
a cura di: Luciferine
pubblicato il: 2014-12-07
Escape

I Noumeno fanno parte di quell' élite di band che decidono di investire tutto sui propri strumenti, sulla loro capacità di composizione ed i loro virtuosismi tecnici,  realizzando brani puramente strumentali. Questa band romana,attiva dal 2007 e che ha firmato con la UKDivision Records, ha tutte le carte in regola per appartenere a questa élite. Non ci troviamo di fronte ad un gruppo che unisce riffs quasi alla cieca, magari gonfiando tutto con tanta tecnica e bpm ultraveloci, ma il tutto è ben studiato e già dal primo ascolto si possono chiaramente percepire tutte le emozioni che la band vuole trasmettere; i tecnicismi non sono un mero espediente volto a dimostrare le proprie doti ma attraverso queste riescono a comunicare le loro intenzioni. 

 

I brani stuzzicano in particolare chi ha vissuto gli anni '80-'90: infatti la sensazione che si ha ascoltando la tracklist è quella di essere proiettati in Terminator o Starship Troopers;  ti ritrovi come un piccolo Connor intento a sfuggire da da umanoidi che lo vogliono a tutti i costi (Escape non poteva essere titolo più azzeccato per questo loro nuovo lavoro!) Tra l'altro, a detta del batterista Emiliano Cantiano, il gruppo s'ispira particolarmente a band di quegli anni come Cacophony e Racer X.

 

Anche Noumeno è un nome particolare per la band: riporta alla filosofia kantiana ed è proprio per questo che lo avrei accostato difficilmente a loro se non li avessi conosciuti. Anzi, è un nome che mi avrebbe fatto pensare ad una band gothic, ambient o ad un album di Lord Agheros... ma questo, alla fine, è un particolare del tutto irrilevante, specialmente quando vieni investito dall'energia dei pezzi.