Rewout
a cura di: Ileana
pubblicato il: 2015-02-24
Rewout
  • No one to blame

  • Extract of life

  • Contradictions

  • I wish I was mad

  • It's all good

  • Mother nature

  • Rush

E’ un disco tutto da ascoltare Rewout, opera prima dell’omonima theatrical band campana, già conosciuta nell’ambiente dell’alternative music italiana (ha aperto i concerti de Il Teatro degli orrori) e vincitrice di numerosi premi, tra cui il Caserta night fest. La compresenza di svariate direttrici artistico-musicali è la cifra stilistica identificativa di questo lavoro, in cui la matrice originaria del rock classico fatto di imponenti schitarrate si lega a un immaginario musicale più contemporaneo, con sonorità molto piacevoli all’ascolto, vocalizzi più leggiadri, fino a melodiosi pianoforti. La varietà di generi si sposa perfettamente con la varietà dei testi, che spaziano da tematiche tradizionali come l’amore e l’incoerenza a quelle a sfondo sociale e ambientalista. Ogni traccia è una perla da scoprire, da cui ci si può davvero aspettare di tutto.

Dopo le rockeggianti No one to blame e Extract of life, passando per la grandiosa Contradictions (primo singolo estratto dal disco), è I wish I was mad a stupire l’ascoltatore, con un intreccio riuscitissimo tra il pianoforte più soave e le chitarre decisamente più massicce. E’ poi la volta di It’s all good e di Mother Nature, pezzo stupefacente in cui si equilibrano sapientemente tutte le istanze del linguaggio musicale dei Rewout. Chiude l’album Rush, traccia energica e che quasi fa dispiacere che il disco sia già finito.

Rewout è il perfetto debutto di una band che va sicuramente assaporata live, con la sua miscela esplosiva di musica, teatro e danza. E’ un album non pretenzioso, un album equilibrato e decisamente versatile, sia per le sonorità che per la vocalità dei due cantanti, Xana Vazquez de Prada e Domenico Simonelli: non a caso la cover del disco è la sovrapposizione dei volti dei due vocalist. Ulteriore merito è la decisione di devolvere per un anno i proventi dei digital stores all’associazione ONLUS Camilla la stella che brilla (www.camillalastellachebrilla.com).