The Fiftyniners
a cura di: SusannaGattuso
pubblicato il: 2007-04-22
“Thinkin’ trippin’ burning”
  • My Life With You

  • Thinkin' Trippin' Burnin'Jesus

  • Sweet Dreams

  • 59ers

  • Baron Samedi

  • Tremblin My Heart

  • Last Track

Di loro avevo parlato nel mio primissimo live reports quando scesero a Palermo ed entusiasmarono il pubblico con il loro sound tipicamente rock’n roll. Giorni fa mi arriva un pacco con dentro non solo il cd del loro primo EP ma addirittura il vinile o come si chiamava “ai miei tempi” il 33 giri. Che ricordi e che emozione toccarlo e vederne il formato, peccato non avere più a disposizione lo stereo per ascoltarlo!! Felicissima mi rendo conto che vengo citata non solo tra i ringraziamenti,ma viene anche inserite una delle tante foto che feci ai ragazzi in occasione del concerto ai Candelai. Ma andiamo all’album “Thinkin' Trippin' Burnin'” prodotto dalla 8 RECORDS (Pescara), cd che per certi versi ne ho seguito vicende,.umori e ascoltato.(in parte) in anteprima. Dicevo che sono 8 tracce tra cui 2 cover ,ma andiamo in ordine. MY LIFE WITH YOU a me la voce di NITRO piace un casino,non è spudoratamente graffiante e troppo impostata a Rock’n roll,è calda ed ha un bel timbro. La canzone entra facilmente in testa e muove la leva che comanda gli arti inferiori del corpo (e anche se sei seduto come me in questo momento che scrivo la rece,ho i piedini che si muovono a tempo) i suoni sono ben curati e il ritmo è travolgente. THINKIN’ TRIPPIN’ BURNING: Per questa canzone vedo scritto che tra i back vocals c’è la persona che è stata l’autore dell’incontro tra me e i Fiftyniners, un certo SIGLY THE MANGO KID SPAGHETTI B (hai altri nick?)…che bravo!! La canzone ha sempre quel ritmo travolgente di un rock’nroll che poi alla fine risulta essere (per l’intero album) molto rock. Mi colpisce la bravura del mitico SPEEDKING alla batteria, e i dialoghi tra la chitarra di NITRO e il contrabbasso di MENDEZ (recentemente uscito dal gruppo e sostituito ormai da MARKEY STAR). SWEET DREAMS: Bella ballad in stile americano che si trova nella sua casetta di legno, tra le praterie insieme agli amici e il caro wiskye… a fare da prima donna è la chitarra acustica,devo dire che questo è uno dei miei brani preferiti e addirittura ho fatto fatica a capire che è sempre NITRO che canta, qui cambia totalmente impostazione e forse anche questo che rende la canzone interessante alle mie orecchie. Bella bella… 59 ERS: Il pezzo strumentale che raccoglie l’essenza del gruppo, in questo pezzo si avvale la collaborazione allo Strummin dobro di EL JAMBA, riff di chitarra travolgente che verso la fine lascia spazio a qualche secondo di dialogo tra batteria e contrabbasso. DA BALLARE A TUTTO VOLUME! BARON SAMEDI: La prima cover presente nel cd, questa canzone è del gruppo NOT MOVING (rigorosamente italiani). Molto rock, un po’ più cattivella delle altre canzoni presenti nell’album, mi piace molto l’impostazione dura della voce di NITRO (stile Louis Amstrong ahahahahha scusate la grossa citazione), notevole e quasi scriverlo diventa superfluo perché già si sa, la bravura di MENDEZ E SPEEDKING. TREMBLIN’ MY HEART: Altro pezzo preferito dalla sottoscritta, si ritorna a ballare a muoversi (“se non ti muovi col rock’n roll che cosa sei nato a fare?”..penso). Questo pezzo ricordo di averlo sentito in anteprima…ihihih ricordo l’urlo in lontananza di MR SPAGHETTI, ma c’è anche alla chitarra acustica e ai cori EL JAMBA. 59 JESUS: È la cover d i PERSONAL JESUS dei DEPECHE MODE. Sentirla in questa nuova veste fa un certo effetto, ricordo lo stupore ai Candelai quando la proposero… sono sincera nell’insieme no né male soprattutto la parte dell’assolo,e dello slide(suonato da ALEX LINETTI) ma quel “rich out” non mi convince molto ,sarà proprio come viene pronunciato e cambiato di metrica… LAST TRACK: Forse la preferita in assoluto? La vera sorpresa? Anche questo ascolto in anteprima e quando SPEEDKING mi racconto il processo come venne registrata rimasi a bocca aperta. Immaginate i 3 FIFTYNINERS con spazzole, contrabbasso e chitarra, insieme alla chitarra acustica di ALEX LINETTI, al dobro di EL JAMBO in cerchio e al centro un microfono che registra questa canzone dall’effetto 33 GIRI. È una sensazione davvero strana e particolare, che hanno reso magnifica e unica. Bell’idea e bella canzone di chiusura (devo ascoltarla davvero col 33 giri). Come tutti i più bravi gruppi rock’n roll anche i FIFTYNINERS meritano. Sono bravi, bravissimi sia negli album da studio (registrati direi ottimamente), sia live. Ed è proprio live che si apprezzano maggiormente. Il debutto dell’album sarà il 24 aprile 2007 al FIRTS FLOOR a Montesilvano(PESCARA). Per l’occasione proporranno anche pezzi classici del rock’n roll ’50.