30 Second to mars
a cura di: LauraPiras
pubblicato il: 2007-07-04
“A beautiful lie”

  • Attack
    A Beautiful Lie
    The Kill
    Was It A Dream?
    The Fantasy
    Savior
    From Yesterday
    The Story
    R-Evolve
    A Modern Myth (contiene la traccia nascosta Praying For A Riot)
    The Battle Of One
    Hunter
    Was It A Dream?

Avevo visto i video dei due singoli e sinceramente il loro sound mi aveva piacevolmente colpito. Ora ho sentito tutto l’album, più di una volta a dire il vero, e quel primo momento di attrazione ha fatto si che io sia diventata una loro vera e sincera fan. Non strafanno, non esagerano, creano melodie facili e acchiappa-mente, con questo alternative rock che li caratterizza, si inseriscono perfettamente nel genere proposto. Reduci da un primo album omonimo del 2002, in questo disco (edito nel 2005) ci sono brani che ti accorgi di canticchiare immediatamente senza rendertene conto, in men che non si dica. Queste canzoni di “A beautiful lie” ti entrano dentro, canti e ripeti le parole, muovendoti in sintonia con la musica. La voce di Jared Leto, frontman della band, è sensuale e convincente, passa da parti melodiche a parti urlate, dove evidenzia la sua vera natura, il suo “essere il brano che canta”. Sinceramente, pochi cantanti mi danno questa sensazione di essere un tutt’uno con la melodia, con la musica, con tutto il resto che circonda la voce. Davvero bella “From yesterday” (uno dei due singoli per ora in circolazione) e “A beautiful lie” che da il nome al disco, nonché “R-Evolve”, altra canzone che evidenzia le doti musicali della band. Particolarissima infine “A modern Myth” (dove troverete una sorpresa al termine dei 14 minuti di traccia), dolci chitarre acustiche e violini creano atmosfere romantiche e melanconiche che ti trasportano in un mondo di ricordi dove si viaggia soli, tristi e felici insieme. Belle le parti ritmiche, capitanate dal batterista Shannon Leto (fratello della voce del gruppo) e completate al basso da Tim Kellehr, e non da meno le chitarre di Tomo Milicevich nella sezione ritmica, insistenti, consistenti e mature dal punto di vista musicale. Non si riesce a trovare una pecca a quest’album che già ha venduto tantissime copie in giro per il mondo. Veramente gruppo rivelazione che speriamo di vedere in Italia al più presto.