Zabrisky
a cura di: Eliana
pubblicato il: 2008-09-27
Northside highway
  • 1) Northside highway
    2) Wyour house was bright on sunday
    3) Crash
    4) I loveher when she smiles
    5) Emma's house
    6) Summer starts today
    7) Flowing fun
    8) Yeah...so pretty
    9) My room is like a sea
    10) A Robert's song

“Northside highway” e’ l’album che si ascolta volentieri in cuffia mentre si e’ impegnati a far altro: io stessa l’ho tenuto parecchi pomeriggi mentre ero costretta davanti ad un freddo pc in ufficio. Con un sound allegro e fresco il cui tributo alle sonorita’ inglesi anni ’80 e’ palese e che ricorda fra gli altri gli Editors, i Travis e i Velvet underground, questo cd risente, a mio parere, di un missaggio non proprio eccellente.

Esempio ne e’ appunto la prima traccia che da’ il nome all’intero album: una ballata che evoca istantaneamente solitari viaggi in macchina lungo autostrade fritte e circondate da montagne, ma in cui la voce viene totalmente surclassata dalla chitarra, scomparendo quasi del tutto e diventando quasi incomprensibile e impercettibile, sebbene credo che l’effetto sia stato voluto per dare un senso intimistico al tutto.

Ma gli Zabrisky hanno un asso nella manica, che ritroviamo esattamente alla traccia numero 6: “Summer starts today” e’ la classica canzone che ti ritrovi a canticchiare e fischiettare, che ti piaccia oppure no, e a dire il vero e’ difficile che non piaccia. Si potrebbe dire che e’ un singolo perfetto, ma cosa c’e’ di piu’ appagante per una band di sapere che una propria canzone rimane in mente per la piacevolezza e non per la quantita’ ossessiva con cui viene trasmessa in tv o in radio?

Dieci tracce in tutto, di cui 2 cover: “Emma’s house” dei Field Mice e “A Robert’s song” di Robert Vogel, in cui si apprezza la timbrica del cantante sulle tonalita’ piu’ basse.