Theater of Tragedy
a cura di: MissPatty
pubblicato il: 2007-01-25
"Insperective"

Mi è arrivato fra le mani il mini CD dei Theatre Of Tragedy, Inperspective datato 2000, ma rispetto all’album Theatre Of Tragedy del 1995, sembra che questa band norvegese abbia voluto sperimentare nuove sonorità.
Sono scomparse le chitarre metalliche, il tipico cantato “bella e la bestia”, la tastiera, elementi fondamentali per un buon gothic metal. Questi componenti sono stati sostituiti da distorsioni tenui, prevalenza del cantato femminile e sinth.
Basso e voce nella strofa, una cantilena che assomiglia ad una ninna nanna nel ritornello ed un arpeggio di chitarra ripetuto dall’inizio alla fine, danno vita a Samantha. Un pezzo molto semplice, ma d’effetto. I ToT si sono addentrati in atmosfere dark sperimentali. Anche il pezzo seguente, Virago, segue la stessa linea, ma i ritmi sono più lenti e meno melodici anche se la voce di Nell alleggerisce il tutto.
I prossimi brani sono 4 remix tecno, tra i quali c’è il pezzo Lorelei che è stato mixato dagli Icon Of Coil. L’ultimo brano, Der Tanz Der Schatten, è molto particolare per me, perché è la prima volta che sento cantare una ragazza in tedesco. L’effetto è completamente diverso rispetto al cantato maschile perché la voce femminile rende la lingua tedesca molto melodica.
Queste 6 tracce rappresentano il cambiamento, la voglia di andare oltre al riconoscersi in un genere, di sfondare le barriere della catalogazione e fare come pare e piace.
Inperspective è un CD che ascolto molto spesso in questo periodo per la sua semplicità e per i suoi pezzi riarrangiati in chiave EBM.
Componenti:
Liv Kristine Espenaes - Voce
Raymond I. Rohonniy - Voce
Hein Frode Hansen - Batteria
Lorentz Aspen - Tastiera
Frank Claussen - Chitarra
Vegard K. Thorsen - Chitarra